Il lavoro a maglia….che passione!

Il lavoro a maglia è un hobby facile e molto appassionante. Molti pensano che sia adatto solo alle nonnine, mentre invece proprio dagli Stati Uniti arriva una tendenza che si chiama knitting. E’ una tendenza tornata di moda proprio negli ultimi tempi, basta pensare che Russel Crowe, utilizza i ferri per creare dei maglioni!

L’abilità nel lavoro a maglia si acquisisce con l’esperienza e l’attrezzatura necessaria per iniziare questa passione è minima ed assolutamente poco dispendiosa.

I ferri sono gli strumenti base del lavoro a maglia e si possono trovare in commercio di vari materiali: acciaio, alluminio, plastica e legno. La scelta dipende molto anche dal gusto personale di ognuno di noi.

Possono essere inoltre a una punta, a due punte oppure circolari. I primi si utilizzano per l’esecuzione di tutti i pezzi piatti, quelli a due punte, invece si usano sia per lavorare capi in tondo (guanti, colli, calze, cappelli) ed anche per l’esecuzione di punti a più colori. I ferri circolari sono utilizzati per la lavorazione tubolare senza cuciture.

Inoltre i ferri per maglia sono caratterizzati da un numero che corrisponde al loro diametro. Si parte dal numero 2, il più sottile e si arriva sino al numero 10. In genere i ferri più utilizzati per i lavori in filato di media grandezza sono il numero 5 ed il numero 6.

Per iniziare a coltivare questa meravigliosa passione del lavoro a maglia oltre ai ferri, sono indispensabili altri strumenti. Infatti è utile avere anche un paio di forbicine per tagliare i fili, un metro per le varie misurazioni, un uncinetto per raccogliere i punti, gomitoli di lana o cotone.

http://compagniadelcashmere.com/