Cappottino in Cashmere

Questo meraviglioso cappottino da bambina è stato realizzato da Barbara Ajroldi con il nostro filato in puro Cashmere a punto legaccio e grana di riso (o chicco di riso).

Barbara è una nostra cliente da qualche anno, e lavora sia a macchina che a mano, ed è molto brava e fantasiosa, e ci ha gentilmente concesso la pubblicazione dello schema di questo cappottino, che puoi scaricare gratuitamente cliccando qui: cappottino-in-cashmere.

www.hircusfilati.com

Se questo articolo ti piace e lo vuoi far conoscere agli amici che secondo te potrebbero essere interessati inviaglielo per email e condividilo sui social network usando i pulsanti che vedi qui sotto e lasciami un commento nell’apposito spazio qui sotto.

Doppietta in lana merinos e alpaca

Questa favolosa doppietta è stata realizzata a macchina dalla Sig.ra Nannina Spinetti, nostra amica e cliente che ci ha gentilmente concesso il permesso di pubblicazione qui sul nostro blog.

Cito testualmente la Sig.ra Nannina:

Per questa doppietta ho utilizzato lana merino a due capi, e l’alpaca pure a due capi,  il pull, a giro manica, ed il collo alto è doppio a maglia rasata, il resto è tutto maglia rasata, solo i bordi sono stati rifiniti con trine all’uncinetto. Ho preferito i bottoni alla cerniera, mi sono valsa di madre perla non coltivata sulla quale ci sono delle incisioni di fiori, ma tutto questo nella foto non si vede.

Ho usato lana merino a due capi, la tensione della macchina se ben ricordo lo posizionata sul 2, ho bordato il cardigan con un pizzo all’uncinetto, ed ho fatto nel punto vita un disegno a piccoli rombi con l’alpaca sempre a due fili. Ho chiuso il cardigan con una fila di bottoncini di madre perla grigi cangianti lavorati nell’interno con fiorellini.

www.hircusfilati.com

Se questo articolo ti piace e lo vuoi far conoscere agli amici che secondo te potrebbero essere interessati inviaglielo per email e condividilo sui social network usando i pulsanti che vedi qui sotto e lasciami un commento nell’apposito spazio qui sotto.

Cappellino, cuffietta e scarpine da neonato con filato cashmere naturale

Irene Calcagno ha realizzato per Hircus Filati questi bellissimi completini che vedi nelle foto qui a fianco e qui sotto con il filato art. 140 Tex in puro cashmere tinto nei colori naturali, utilizzando pigmenti vegetali. Che sono stati presentati al Knit cafè on Web di giovedì 11 settembre 2012.

Questi completini si realizzano con i ferri n. 2,5 con bensì solo 20 grammi di questo stupendo e soffice filato.

Acquistando il filato 140 Tex tinto nei colori naturali, uniti, fantasy e garlic ricevi in omaggio entrambi gli schemi per realizzare questi completini.

www.hircusfilati.com

Filato BABA’ cashmere/lana e schema tutina da bambino

Il filato BABA' è un filato da macchina finezza 7-8, titolo 2/15000 in 30% cashmere 70% merinos extrafine che però si può lavorare anche con i ferri numero 3-3,5 e uncinetto 2.

Uncinetto di Mery Rosy ha realizzato per Hircus Filati questa stupenda tutina che vedi nella foto qui accanto utilizzando questo filato in due colori diversi, arancio e rosso, ma si può fare qualsiasi abbinamento di colore. I colori a disposizione di questo filato sono molti.

Acquistando il filato BABA' ti regaleremo lo schema per realizzare questa tutina.

Clicca qui per vedere i colori disponibili di questo filato.

Se però vuoi realizzare questa tutina con lo stesso filato, ma più grosso, utilizzando i ferri 4-4,5 e l'uncinetto 3-3,5 allora puoi acquistare il filato BABA' 3/15000, ma prima di realizzare il capo dovrai realizzare il campione e sviluppare la taglia. Guarda cliccando qui i colori disponibili del filato BABA' 3/15000.

www.hircusfilati.com

Pregi della tintura naturale

Quando si pensa ai pregi della tintura naturale si pensa in prima battuta a qualcosa cn un basso impatto ambientale, a qualcosa di atto per combattere alcune forme allergiche, quindi a qualcosa che ci aiuta a stare meglio.

Noi vogliamo sottolineare un altro aspetto positivo della tintura naturale, cioè l’unicità e la preziosità del capo che andremo a realizzare.

Pensate: una matassa tinta naturalmente è talmente unica da essere irripetibile, come del resto ogni cosa creata da madre natura.

Se noi osserviamo una pianta di rose nel nostro giardino, ci rendiamo conto che sulla stessa pianta madre fioriscono rose con tonalità diverse e uniche.

Rose canine fiorite sullo stesso ramo

Anche nella nostra matassa tinta naturalmente avviene lo stesso miracolo: si vedranno parti di matassa colorate intensamente e parti tinte in maniera più eterea.

L’uniformità del colore sarebbe un affronto alla genialità di madre natura che sta dipingendo qualcosa di irripetibile per noi, affinchè tutti coloro che guarderanno il nostro capo restino affascinati da qualcosa di unico e inimitabile.

Se chi si accinge a realizzare un capo con filati tinti naturalmente avrà l’accortezza di osservare il materiale attentamente e la capacità di usarlo dando un filo conduttore alle sfumature, otterrà qualcosa di talmente personalizzato e affascinante da renderlo unico per sempre.

www.hircusfilati.com

I filati naturali ed i filati TINTI naturali

Salve, sono Federico Scatizzi, scrivo questo articolo per dare dei chiarimenti ai più inesperti, non di lavoro a maglia (su questo sono io l’inesterto, anzi il negato) ma sui filati. Precisamente sulla differenza fra filati naturali e filati TINTI naturali.

I filati naturali sono quei filati realizzati con il fiocco della lana (o altre fibre animali) del colore del manto dell’animale, la lana tosata e filata direttamente senza utilizzare nessun tipo di tintura.

Faccio alcuni esempi:

– il cashmere, come il mohair, proviene dalla capra Hircus. Il manto della capra del cashmere può essere di tre colori diversi, bianco (che non è bianco ottico, ma un bianco sporco, un bianco panna, silver (grigio chiaro) o brown (marrone chiaro melangiato), ci sono anche capre di altri due colori ma non sto a scendere in dettagli;

– l’alpaca proviene dall’animale omonimo che vive principalmente in Perù e può essere in vari colori, dal bianco panna, ad alcune tonalità di beige, di grigi più o meno chiari, marroni e antracite (o nero melange);

– lo yak, proveniente dall’animale omonimo che vive e viene allevato nei monti della Mongolia (ma non solo), può essere bianco o grigio;

– il cammello o baby camel, può essere bianco o color cammello appunto (una specie di beige o marrone chiaro);

e così via nelle varie specie di lane nazionali o estere e altre fibre animali e vegetali (come ad esempio cotone, bamboo, soia, seta, ecc.)

Il filato realizzato direttamente con le fibre del colore del manto dell’animale viene detto filato naturale in quanto non subisce nessun tipo di trattamento chimico ma neanche nessun tipo di tintura.

Il filato TINTO naturale è invece il filato naturale nel colore bianco/panna originale dell’animale, che non ha subito quindi nessun tipo di trattamento chimico, però tinto utilizzando coloranti vegetali o animali (come per esempio la reseda, vedi appunto in fondo alla pagina) ed un procedimento di tintura interamente privo di prodotti chimici.

Questo consente di ricavare una vastissima gamma di colori, gialli, verdi, blu, azzurri, rossi, aranci, ecc. tranne il nero ed il cosiddetto “fumo di londra”, che per ottenerli necessitano di un fissaggio ottenuto chimicamente.

Per dare un esempio visivo, aggiungo qui sotto una cartella dei colori naturali dell’alpaca, che è l’animale che ha il manto di colori più variegati, ed una cartella colori di filato di alpaca TINTI naturali ottenuti appunto tingendo con coloranti vegetali ed animali dal colore naturale del manto bianco panna.

Colori naturali Alpaca (i colori del manto dell’animale):

Colori TINTI naturali dell’Alpaca, questa è la nostra cartella colori ottenuti tingendo il filato naturale colore bianco panna (colore 201 della cartella qui sopra) con pigmenti vegetali e animali e procedimento interamente naturale senza utilizzare alcun tipo di trattamento chimico:

Questo vale per tutti i tipi di filato che ho elencato prima.

L’argomento della Tintura Naturale è un argomento molto vasto, che approfondiremo in altri articoli che pubblicheremo qui sul nostro blog e sul nostro sito web, insieme a consigli su come lavorare i filati Tinti Naturali e cosa aspettarsi da essi, ne parleranno esperti di lavoro a maglia (quindi non io), ed esperti di filati e di tinture dei filati.

Continua a seguirci.

www.hircusfilati.com

* Reseda (tratto da Wikipedia): è un genere di piante della famiglia Resedaceae, originario dell’Africa del Nord, dell’Europa e dell’Asia occidentale. Il nome deriva dal latino resedare = calmare, in riferimento alle proprietà medicinali attribuite ad alcune specie.