Ultimamente sto lavorando molto con Eco Cashmere per conoscere meglio questo filato che, oltre a produrre un basso impatto ambientale, è di alta qualità pur avendo un prezzo molto conveniente.
Oggi voglio proporTi un altro accessorio realizzato all’uncinetto con la tecnica C2C a patchwork. Prima di farlo, però, vorrei affrontare un argomento importante.
Come sicuramente sai, i filati in rocche venduti da Hircus Filati non sono trattati, cioè, in parole povere, non sono stati lavati. In questo post troverai le informazioni importanti su come trattare (lavare) i filati.
Ho provato personalmente tutti e due i metodi, suggeriti dal proprietario di Hircus Filati, Federico Scatizzi.

Ho sperimentato i due procedimenti su queste due sciarpe.

sciarpa intrecci con rocca
sciarpa lavorata ai ferri con 3 capi di ecocashmere 2/13
sciarpa c2c con rocche
sciarpa lavorata all’uncinetto con 2 capi di eco cashmere 2/13

Voglio condividere con te le mie osservazioni in merito, basate sulla mia esperienza personale, l’esperienza della persona che insegna e lavora ai ferri e all’uncinetto da tantissimi anni.

  1. Il procedimento che sceglierei se dovessi realizzare accessori (sciarpe, scialli, copertine ecc.) è questo:

dopo aver fatto e lavato un campione (come suggerisce Federico in questo post), per controllare la scelta dei ferri/l’uncinetto e l’effetto finale, realizzerei il mio accessorio utlizzando il filato non trattato. Perché? Per un motivo molto semplice: le misure dell’accessorio che varieranno non sono essenziali. Se la sciarpa si accorcia e si stringe di qualche centimetro, non è un problema.

2. Il procedimento che sceglierei se dovessi realizzare capi di abbigliamento (maglie, gilet, cardigan ecc.) è questo:

prima tratterei il filato, facendo e lavando le matasse (per sapere come si fa clicca qui). Perchè? Perché in questo modo potrei lavorare semplicemente il mio capo della misura giusta senza dover calcolare un eventuale rientro della maglia dopo il lavaggio.

Passo ora ad una nuova proposta. Il corso della tecnica C2C che ho organizzato in Novembre, ha avuto grande successo. Molte persone mi hanno chiesto di ripeterlo, perché l’hanno perso. Ho deciso quindi di attivare a breve un altro corso, cambiando, ovviamente, il pattern.

c2c scalda collo
tecnica C2C all’uncinetto con 1 capo di eco cashmere 2/13
c2c scaldacollo bis

Ho utilizzato l’Eco Cashmere (titolo 2/13) e l’uncinetto numero 2 mm (ho la mano “morbida”). Ho lavorato con i filati non trattati, direttamente dalle rocche. Lo scalda collo finito aveva la misura 28 x 85 cm, dopo il lavaggio 27 x 90 cm. Devo dire che sono molto soddisfatta dell’effetto finale, soprattutto del giusto spessore e della morbidezza del mio capo.
Il pattern che Ti propongo per il nuovo corso è molto versatile, potrai utilizzarlo per fare scialli, sciarpe, scalda collo, copertine ecc.
Per iscriverTi al corso (gratuito), visita la mia pagina Facebook e mandami un messaggio in privato, Ti inserirò nel gruppo e Ti comunicherò la data d’inizio.
Se conosci già la tecnica e non hai bisogno del corso, cliccando potrai scaricare il pattern in pdf.

Spero che Ti divertirai, come mi sono divertita io, lavorando con l’Eco Cashmere (2/13) e la tecnica C2C a patchwork.
Alicja Kwartnik
per Hircus Filati

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"\t\t\t\t"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: