IMG 0273 Voglio scrivere questo articolo sull’ecocashmere per cercare di fare un po’ di chiarezza alle domande e ai commenti che abbiamo ricevuto sui nostri post pubblicitari su Facebook.

L’Eco-cashmere altro non è che il cashmere rigenerato, mi spiego meglio …

Ogni anno vengono raccolte maglie di cashmere (anche di altre fibre, ma qui parliamo del cashmere) che invece di essere gettate in discarica o incenerite vengono riutilizzate.

Vengono selezionate manualmente, gli vengono tolte tutte le impurità (etichette, cartellini, cuciture non di cashmere) e vengono “sfilacciate”, cioè vengono macinate per essere rifilate, vengono realizzati nuovi filati di cashmere che vengono poi utilizzati da grandi e piccoli marchi di abbigliamento e maglieria. Qui puoi vedere la filiera del nostro partner dal quale ci approvvigioniamo per realizzare i nostri filati: https://www.youtube.com/playlist?list=PLFyPJyKp8KjEFGnJSokULdgiNmytny6Mf

Le “maglie vecchie” vengono accuratamente selezionate da personale specializzato che sa riconoscere le fibre di cashmere dalle altre fibre, e comunque vengono fatte analisi di laboratorio che determinano le fibre contenute nei “nuovi” filati riciclati.

Nel nostro caso le “impurità” non superano mai il 3% e si tratta sempre di altre fibre di lana o seta. Stiamo richiedendo anche la certificazione GRS (Global Recycle Standard) della quale non sto a dilungarmi, per chi volesse approfondire può vedere sul sito web dell’ente certificatore di cosa si tratta: https://icea.bio/certificazioni/non-food/prodotti-tessili-biologici-e-sostenibili/global-recycle-standard/

In quanto alla qualità, si tratta di fibre rigenerate, cha hanno già subito delle lavorazioni in precedenza, come la filatura e la tintura. Noi utilizziamo le fibre rigenerate “in natura”, cioè filiamo senza l’utilizzo di agenti chimici e non ritingiamo, utilizziamo i colori così come gli troviamo nelle maglie vecchie, quindi riusciamo a mantenere la qualità abbastanza alta, e facciamo un tipo di lavorazione che riduce il formarsi del pilling. Ad una attenta analisi di laboratorio di analisi chimiche la fibra rigenerata è esattamente quella del cashmere che proviene direttamente dalla capra stessa

Vorrei precisare anche che non abbiamo inventato niente. A Prato le fibre di qualsiasi genere si riciclano fin dal 1800. Quasi tutte le aziende nel settore moda del mondo acquistano o hanno acquistato filati o tessuti da una qualche azienda pratese, e sicuramente anche tu avrai indossato un capo realizzato da fibre rigenerate almeno una volta nella tua vita senza neanche saperlo, che sia stato esso di cashmere, o di lana, o di seta o di qualsiasi altra fibra naturale o sintetica.

Ti invito a vedere questo video realizzato e messo in onda dalla RAI nel 1967: https://www.facebook.com/pratesenissangue/videos/217963882756360 , se sei interessato/a all’argomento, ti consiglio di metterti comodo/a e guarda il video fino in fondo.

www.florencecashmereyarn.com

www.ecocashmerefashion.com

IMG 0277

ecocashmere 1 ecocashmere 2 ecocashmere 3 ecocashmere 4

 

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"\t\t\t\t"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: