Pull a maniche corte con bordura a pizzo

Taglie: 40/42 (44/46)
Occorrente: filato cotone: gr. 300 (350) col. arancione Uncinetto PRYM n. 3,00.

Punto conchiglie: n. delle m. divisibile per 12 + 1 + 3 cat. per volt. Lav. seg. il diagramma 1. Iniziare ogni r. con 3 cat. che sostituiscono il 1° p. alto. Iniziare con le m. che precedono il rapp., rip. sempre il rapp., terminare con le m. che seguono il rapp. Lav. 1 volta dalla 1 a alla 5a r. A partire dalla 2a c lav. i p. alti e i p. bassi intorno alle cat. della r. prec. Nel testo le m. d’inizio e di fine r. sono indicate come 1 rapp.

Punto fantasia: n. delle m. divisibile per 5 + 4 + 3 cat. per volt. Lav. seg. il diagramma 2. Iniziare ogni r. con 3 cat. che sostituiscono il 1° p. alto. Iniziare con le m. che precedono il rapp., rip. sempre il rapp., terminare con la m. che segue il rapp. Sul dietro e sul davanti la r. di andata a corrisponde alla 5a r. del punto conchiglie; per le maniche lav. 1 volta la r. di andata a. Lav. 1 volta dalla 1 a alla 3a r., poi rip. sempre la 2a e la 3a r. A partire dalla 2a r. lav. i p. alti intorno alle cat. della r. prec.

Punto pizzo: avv. 23 cat. + 2 cat. per volt. e lav. seg. il diagramma 3. Iniziare ogni r. con 2 cat. che sostituiscono il 1° p. alto. Alla fine della 6a e dell’8a r. volt. con 1 cat. e andare all’inizio della r. seg. con mezzi p. bassi. Lav. 1 volta dalla 1 a alla 9a r., poi rip. sempre dalla 2a alla 9a r. A partire dalla 2a r. lav. i p. alti e i p. bassi all’interno del punto intorno alle cat. della r. prec., sui margini lav. i p. alti nelle cat. della r. prec.

Margine a pippiolini: iniziare ogni g. con 1 cat. che sostituisce il 1° p. basso e chiudere ogni g. con 1 mezzo p. basso nella cat. d’inizio g.1° g.: 1 p. basso, l cat., salt.l m. del margine, rip. sempre da * a *. 2° g.: 1 p. basso, 3 cat. e 1 p. basso intorno alle cat. del g. prec., rip. sempre da * a *. Lav. 1 volta il 1° e il 2° g.

Campioni: cm. 10×5 a p. conchiglie = 19 m. e 5 r.; cm. 10×10 a p. fantasia = 22 m. e 8 r.; a p. pizzo: 35 m. nella 5a r. = cm. 15 di larghezza, 8 r. = cm. 9,5 di altezza
N.B.: lav. la bordura a pizzo in orizzontale e cucirla a fine lavoro. Le frecce nello schemino indicano la direzione del lavoro.

Dietro: avv. 85 (97) cat. + 3 cat. per volt. e lav. a p. conchiglie per cm. 5 = 5 r.; nella 5a r. per la taglia 40/42 omettere l’ultimo p. alto = 3 cat. per volt. e 98 (113) p. alti. Poi pros. a p. fantasia iniziando con la 1 a c=19 (22) rapp. + m. d’inizio e di fine c A cm. 19 = 15 r. dalla fine del p. conchiglie, per gli scalfi manica, lasciare in sospeso ai lati 5 m. e in ogni r. seg. ancora 1 volta 5 m. e 1 volta 2 m. =14 (17) rapp. + m. d’inizio e di fine r. A cm. 35 (37,5) = 28 (30) r. dalla fine del p. conchiglie, per lo scollo, lasciare in sospeso le 32 (37) m. centrali e terminare le due parti separatamente.

Lasciare in sospeso dal lato scollo nella r. seg. ancora 1 volta 2 m. A cm. 37,5 (40) = 30 (32) r. dalla fine del p. conchiglie, spezzare e fermare il filo.

Davanti: lav. come il dietro, però terminare con lo scollo più profondo. A cm. 27,5 (30) = 22 (24) r. dalla fine del p. conchiglie, per lo scollo, lasciare in sospeso le 12 (17) m. centrali e terminare le due parti separatamente. Lasciare in sospeso dal lato scollo in ogni r. ancora 4 volte 3 m.

Maniche: avv. 64 (74) cat. + 3 cat. per volt. e lav. a p. fantasia iniziando con la r. di andata a=12 (14) rapp. + m. d’inizio e di fine r. A cm. 4 = 3 r. di alt. tot., aum. ai lati complessivamente 1 rapp. a distanza regolare nel corso delle 8 r. seg. =14 (16) rapp. + m. d’inizio e di fine r. A cm. 15 = 12 r. di alt. tot., per l’arrotondamento, lasciare in sospeso ai lati 5 m. e dim. complessivamente 1 rapp. a distanza regolare nel corso delle 10 r. seg. A cm. 29 = 23 r. di alt. tot., spezzare e fermare il filo.
Bordura a pizzo: avv. 23 cat. + 2 cat. per volt. e lav. a p. pizzo per cm. 86,5 (96) = 73 (81) r. Poi spezzare e fermare il filo.

Confezione: chiudere le spalle e i fianchi. Chiudere i lati stretti della bordura. Cucire il margine diritto della bordura al margine inferiore del davanti e del dietro, arricciando leggermente il davanti e il dietro. Chiudere i sottomanica. Montare le maniche. Rifinire il margine inferiore delle maniche con i 2 g. del margine a pippiolini. Rifinire lo scollo con 1 g. a p. basso come segue: iniziare il g. con 1 cat. che sostituisce il 1° p. basso, lav. 128 (140) p. bassi, chiudere il g. con 1 mezzo p. basso nella cat. d’inizio g. Poi lav. i 2 g. del margine a pippiolini; nel corso del 1° g. salt. sempre 2 p. bassi con 2 cat.

 

www.companyofcashmere.com

 

 

 

 



Tagged with
Comment

Come lavare il Cachemire?

Oggi voglio darti alcuni consigli, che sicuramente saprai, ma è sempre bene rinfrescare la memoria, su come lavare il cachemire.

Maglie, maglioni, cardigan, vestiti, ma anche sciarpe, guanti, cappelli, insomma, tutti gli indumenti di cachemire.

Il cachemire va lavato in acqua fredda (mai in lavatrice), senza detersivo, ma con sapone per indumenti delicati, poco sapone, molto poco.

Si mette a bagno in una bacinella per due o tre ore con poco sapone.

Dopodichè si toglie dalla bacinella, si lascia scorrere da sola l’acqua in eccesso, senza strizzare, e si adagia disteso su una coperta o su un asciugamano per lasciarlo seccare.

Mai appenderlo!!! Il cachemire è una fibra talmente delicata che appendendo un capo di abbigliamento per farlo asciugare, c’è la forte possibilità che il peso dell’acqua faccia sformare il tuo capo, rendendolo deforme, lungo e stretto, senza la possibilità di fargli riprendere la sua forma originale.

Infine la stiratura. Generalmente i capi di cachemire non hanno bisogno di essere stirati, ma se proprio vuoi stirarlo, non appoggiare sulla fibra il ferro da stiro, passaci solo il vapore.
Il vapore basta da solo per togliere eventuali pieghe che sono rimaste senza danneggiare la fibra stessa.

Il ferro da stiro caldo o, peggio, troppo caldo, appoggiato sul capo di cachemire può danneggiare la fibra, che è già molto delicata.

Segui questi piccoli consigli ed il tuo capo di cachemire ti durerà in eterno sembrando sempre nuovo di zecca.

Federico Scatizzi
www.hircusfilati.com



Tagged with
View comments (4)
Translate »