Maglione da uomo in Cashmere

martina maruggQuesto maglione da uomo è stato realizzato ai ferri da Martina Marugg-Zinn, che ci ha gentilmente concesso il piacere di pubblicare sul nostro blog.

E’ stato realizzato con filato 100% Cashmere in stock articolo “Piuma” di Cariaggi.

This men’s sweater is made by Martina Marugg-Zinn, who kindly granted us the pleasure to publish on our blog.

It was made with 100% Cashmere yarn in stock lot article “Piuma” by Cariaggi.

www.florencecashmereyarn.com

Mi manca un po’ di filato per finire il lavoro!

Ultimamente mi stanno arrivando troppe richieste come queste, che purtroppo non riusciamo a soddisfare in quanto i filati in stock che abbiamo disponibili sono in quantità limitate e finiscono in fretta.

I metodi per evitare di incorrere in questi spiacevoli problemi sono due, e sono molto semplici:

1 – se hai già in mente il modello che vuoi realizzare quando acquisti un filato in stock, appena lo ricevi realizza subito un campione e lavalo, contando le maglie e misurandolo sia prima che dopo il lavaggio, in questo modo potrai sviluppare la taglia e capire subito se il filato acquistato è sufficiente per realizzare il modello. Se non è sufficiente, fai ancora in tempo ad acquistarne altro. Non lasciar passare troppo tempo, altrimenti rischi di non trovarlo più.

2 – se acquisti un filato in stock solo perchè ti piace, con la intenzione di lavorarlo in un secondo momento, quando decidi di lavorarlo realizza un campione e lavalo, contando le maglie e misurandolo sia prima che dopo il lavaggio così capirai subito se il quantitativo ti basta, se non ti basta ed il filato non è più disponibile potrai comunque realizzare qualcosa di diverso.

E’ molto spiacevole ritrovarsi a fine lavoro, dopo aver lavorato molto tempo, e ritrovarsi al punto che ti manca un po’ di filato per finire il lavoro e non lo ritrovi più perchè è terminato.

E’ spiacevole per te che dopo tanto lavoro ti ritrovi a doverlo disfare, e sinceramente è spiacevole e frustrante anche per noi che abbiamo terminato il filato e non possiamo materialmente aiutarti in nessun modo.

Non finirò mai di ripeterlo “FAI SEMPRE IL CAMPIONE PRIMA DI INIZIARE IL LAVORO!!!”

www.hircusfilati.com

Consigli utili sui filati in stock

Quando acquisti un filato in ricche in stock, la prima cosa da sapere è che spesso detti Filati non sono lavati/follati e vanno lavati dopo la lavorazione.

Indispensabile è realizzare un campione e lavarlo, questo ti da molti vantaggi.

1 – ti consente di sviluppare le misure e la taglia. Conta sempre le maglie e misura il campione prima e dopo il lavaggio.

2 – ti consente di capire il consumo, la resa. Quanto filato ti occorre per realizzare il capo/accessorio che hai in mente.

3 – ti consente di capire come lavorare il filato, per esempio più stretto o più rado. I Filati di Cashmere rigonfiano molto dopo il lavaggio (alcuni di più alcuni un po meno), e se li lavori troppo stretti non hanno sufficiente spazio per gonfiare e acquisire la morbidezza tipica del cashmere. Viceversa se li lavori troppo lenti/radi, verranno molto pelosi e si avranno spazi troppo ampi fra un punto e l’altro.
Realizzare il campione ti consente di trovare la giusta misura.

4 – i Filati di cashmere in stock solitamente sono in piccole quantità ed i colori cambiano continuamente ed è facile non ritrovare non solo lo stesso bagno, ma anche lo stesso colore anche dopo poco tempo dall’acquisto. Realizzare il campione e lavarlo ti consente di sapere il consumo finale per realizzare il capo, e se la quantità che hai acquistato non ti è sufficiente hai maggiori possibilità di trovare ancora la quantità che ti manca.

Questi sono solo alcuni, anche se forse i più importanti, vantaggi che si hanno nel realizzare un campione e lavarlo quando si acquistano Filati di Cashmere in stock.

Per quanto riguarda il lavaggio dei Filati in cashmere, seguì alcuni consigli che trovi sul nostro sito web cliccando qui.

www.hircusfilati.com

Manutenzione dei Filati Cashmere

Alcuni consigli sulla manutenzione dei Filati.

I Filati di Cashmere andrebbero lavorati entro breve tempo dall’acquisto, possibilmente entro un mese.

Ma se non intendi lavorare entro breve tempo il Filato di cashmere che hai acquistato, mettilo in una busta, tienilo in un luogo fresco e umido, evita i luoghi secchi e soprattutto esposti alla luce del sole.

Dai attenzione alle tignole, gli antitarme che si trovano al supermercato vanno bene.

Quando poi decidi di lavorarlo, la cosa migliore sarebbe paraffinarlo, ma capisco bene che a casa e senza gli utensili giusti è molto complicato.

www.hircusfilati.com

Filati cashmere in stock ricondizionati

Cosa sono i filati in stock ricondizionati?

2-28-cashmere-aigoI filati in stock sono quei filati che i maglifici non utilizzano, sono rimanenze di grosse partite acquistate dai maglifici per produrre capi per un determinato ordine, sono anche filati inutilizzati, che i maglifici decidono di rivendere a prezzi sottocosto

I filati a stock provengono anche da aste e, purtroppo, fallimenti, per questi motivi vengono venduti a prezzi molto inferiori ai prezzi normali di produzione.

I filati ricondizionati sono quei filati che vengono ricontrollati per cercare di capire se hanno dei difetti. Nel nostro particolare caso rirocchiamo la maggior parte dei filati che acquistiamo in stock per controllare che non abbiano difetti, come per esempio troppi nodi, o se sono troppo deboli e che si rompono troppo facilmente, e, in questi casi, vengono tolti dalla vendita.

www.hircusfilati.com

Il filato a un capo deve essere stabilizzato

Il filato a un capo (ritorto su se stesso, non ritorto a più capi) per poter essere lavorato a macchina senza inconvenienti, va vaporizzato e stabilizzato in camera di stabilizzazione ad una certa temperatura per un determinato periodo di tempo, in modo che quando si realizza un maglione non ci si ritrovi ad avere la cucitura che gira e va a finire sul davanti della maglia.

Il filato NON stabilizzato è consigliato per lavorazioni di accessori, in quanto i teli possono non venire dritti ed incorrere nel problema di cui sopra.

Se però viene lavorato a più capi non si ha questo problema strutturale.