Lezione di Maglia: Avvio con tubolare semplice

Avvio con tubolare semplice

La maglia tubolare, usata per polsi, bordi e rifiniture in genere, poichè è una lavorazione doppia ed estensibile, permette l’inserimento di elastici, nastri e fettucce.
Le maglie all’inizio sono sempre dispari perchè l’ultima viene lasciata cadere dal ferro.

Sfila dal gomitolo un po’ di lana la cui lunghezza deve corrispondere a quella delle maglie da avviare e che chiameremo “filo libero”.

Tieni il ferro sotto l’ascella destra, il filo del gomitolo con la mano sinistra e il filo libero con la mano destra.

Ricordati di non lavorare l’ultima maglia, che corrisponde alla prima asola creata con le dita, ma di lasciarla cadere dal ferro.

1. Forma una piccola asola con le dita e collocala sul ferro. Continua lavorando un punto diritto e uno rovescio passato.

2. Con la sinistra passa il filo del gomitolo intorno al ferro, dall’alto verso il basso, con la destra tieni il filo un po’ teso.

3. con la mano destra porta il filo libero da destra verso sinistra, passandolo sotto il ferro e abbracciando l’asola che si è formata.

4. Con la mano sinistra avvolgi il filo sul ferro, con la mano destra tieni sempre il filo un po’ teso.

5. Con la mano destra abbraccia nuovamente l’asola creata, riportando il filo da sinistra verso destra.

6. lavora a diritto la prima maglia.

7. Porta il filo davanti al lavoro

8. Prendi la maglia a rovescio come se dovessi lavorarla

9. Non lavorarla, ma passala sul ferro di destra

10. Riporta il filo dietro al lavoro, facendolo passare sotto al ferro, da sinistra verso destra. Ricomincia dal passaggio 6.

11. Il lavoro ultimato

12. Partendo dall’asola togli il filo di avvio: la lavorazione si presenta doppia.

www.compagniadelcashmere.com

www.companyofcashmere.com



Tagged with
Comment

Bambola Ricamata

bambola ricamata

PUNTI IMPIEGATI:
Con i ferri: legaccio, maglia rasata diritta.

Ricamo: punto lanciato.

Campione: 10×10 cm a m. rasata dir. = 24 m. e 34 f.

Esecuzione
Corpo e testa: avv. 34 m. in Cygne, lav. 11 f. a m. rasata dir. in Cygne, pros. in Pétillant e lav. 7 f. a m. rasata dir., 1 f. come segue: 7 m. a m. rasata dir., 2 m. ins. a dir., 1 m. a m. rasata dir., 2 m. ins. a dir., 10 m. a m, rasata dir., 2 m. ins. a dir., 1 m. a m. rasata dir., 2 m. ins. a dir., 7 m. a m. rasata dir. = 30 m., 3 f. a diritto, 1 f. come segue: *1 m. dir., 2 m. ins. a dir.*, rip. da * a * per 10 volte = 20 m. Pros. in Cygne come segue: 3 f. a m. rasata dir., 1 f. lavorando sempre 2 m. in 1 m. = 40 m., 19 f. a m. rasata dir., 1 f. come segue: 1 m., *2 m. ins. a dir., 1 m. dir.*, rip. da * a * per 13 volte= 27 m., 1 f. a rov., 1 f. lavorando sempre 2 m. ins. a dir. = 14 m., 1 f. lavorando sempre 2 m. ins. a rov. = 7 m. Tagliare il filo, infilarlo nelle m. rimaste, stringere e fermare il filo.

Gambine: iniziare dall’alto. Avv. 16 m. in Melon e lav. 4 f a legaccio. Pros per 18 ft a m. rasata dir. in Cygne, poi in Pétillant come segue: 2 f. a m. rasata dir., 1 f. come segue: * 2 m. dir. 2 m. ins. a dir.*, rip. da * a * per 4 volte = 12 m.,1 f. a rov.,1 f. come segue: * 1 m. dir., 2 m. ins. a dir.*, rip. da * a * per 4 volte = 8 m., 1 f. a rov., 1 f. lavorando sempre 2 m. ins. a dir. = 4 m. Tagliare il filo, infilarlo nelle m. rimaste, stringere e fermare il filo.

Braccia: avv. 18 m. in Pétillant. Lav. a m. rasata dir. intrecc. ai lati 1 volta 1 m. ogni 4 f., 1 volta 1 m. ogni 2 f. = 14 m. Dopo 12 f. pros. come segue: 4 f. a legaccio in Orange, a m. rasata dir. in Cygne come segue: 4 f. a m. rasata dir., 1 f. come segue: *2 m. dir., 2 m. ins. a dir.*, rip. da * a * per 3 volte, 2 m. dir. = 11 m.,1 f. a rov., t f. come segue: * 1 m. dir., 2 m. ins. a dir.*, rip. da * a * per 3 volte, 2 m. dir. = 8 m., 1 f. a rov., 1 f, lavorando sempre 2 m. ins. a dir. = 4 m. Tagliare il filo, infilarlo nelle m. rimaste, stringere e fermare il filo.

Colletto: avv. 26 m. in Orange e lav. 4 f. a legaccio intrecciando le m. nel 4° f.

Gonna: avv. 68 m. in Orange e lav. 5 f. a rov. iniziando sul rov. del lav., in Pétillant: 2 f. a m. rasata dir., in Melon: 11 f. a m. rasata dir., 1 f. come segue: *2 m. ins. a rov.*, rip. da * a * = 34 m., 1 f. a rov., poi intrecc. le m. lavorandole a rov.

Confezione e rifiniture: chiudere la cucitura posteriore del corpo, chiudere la baSe del corpo. Chiudere le Bambine, imbottire e fissarle al corpo. Imbottire il corpo. Chiudere la cucitura superiore della testa. Infilare un filo a p. filza nel collo, stringere e fermare il filo. Chiudere le braccia, imbottirle e cucirle al corpo. Chiudere i fianchi della gonna e fissarla al corpo. Fare una catenella lunga 9 cm in Pépite sul centro della testa. Per la capigliatura tagliare dei fili in Pépite, lunghi 30 cm e infilare 4 fili in ogni cat., formare le trecce ai lati della testa. (v. foto). Legare le trecce con un laccetto in Melon. Mettere il colletto attorno al collo e fissarlo. Ricamare a p. lanciato gli occhi in Noir, il naso in Cygne, la bocca in Corail.

P.S. I colori dei filati sono indicativi e possono essere cambiati a discrezione.

www.compagniadelcashmere.com

www.companyofcashmere.com



Tagged with
Comment

Giaccone color Vinaccia

Giaccone color vinaccia

Occorrente: filati , 126:4 (4) 5 gom.;  126: 2 (2) 3 gom. Ferri n. 4,5 e n. 7, 4 (4) 5 bottoni.

PUNTI IMPIEGATI:
Punto coste 212, maglia rasata diritta, legaccio. Diminuzione di 1 m. a 1 m. dal margine destro: 1 m. dir., 2 m. ins. a dir.; a sinistra: 1 acc. semplice, 1 m. dir.

Campioni: 10×10 cm a m. rasata dir. (filo doppio) + (filo semplice) con i f. n. 7 = 13,5 m. e 16 (;10×10 cm a p. coste 2/2 con i f. n. 4,5 = 29 m. e 26 f.

ESECUZIONE
Dietro: avv. con i f. n. 7 (filo doppio) + (filo semplice) 44 m. (48 m.) 52 m. e lav. a m. rasata dir. dim. ai lati, all’interno di 1 m. dai margini 2 volte 1 m. ogni 7 cm (7 cm) 8 cm = 40 m. (44 m.) 48 m. A 20 cm (22 cm) 24 cm di alt. tot., per gli scalfi manica, intrecc. ai lati ogni 2 f 1 volta 2 m.,1 vol­ta 1 m. (2 volte 2 m.) 1 volta 3 m., 1 volta 2 m. = 34 m. (36 m.) 38 m. A 31 cm (34 cm) 37 cm di alt. tot., per lo scollo, in­trecc. le 10 m. (10 m.) 12 m. centrali e terminare le due parti se­paratamente. Intrecc. dal lato scollo nel 2° f. seg. 1 volta 3 m. A 33 cm (36 cm) 39 cm di alt. tot. intrecc. le 9 m. (10 m.) 11 m. rimaste per ogni spalla.

Davanti destro: avv. con i f. n. 7 (filo doppio) + (filo semplice) 26 m. (28 m.) 30 m. e lav. a m. rasata dir. Dim. a sinistra, all’interno di 1 m. dal margine come per il die­tro = 24 m. (26 m.) 28 m. A 20 cm (22 cm) 24 cm di alt. tot.,
per lo scalfo manica, intrecc. a sinistra come per il dietro = 21 m. (22 m.) 23 m.A 28 cm (31 cm) 34 cm di alt. tot., per lo scollo, intrecc. a destra ogni 2 f 1 volta 4 m., 1 volta 3 m., 2 volte 2 m., 1 volta 1 m. (1 volta 4 m., t volta 3 m., 2 volte 2 m.,1 vol­ta 1 m.) 1 volta 5 m., 1 volta 3 m., 2 volte 2 m., 1 volta 1 m. A 33 cm (36 cm) 39 cm di alt. tot. intrecc. le 9 m. (10 m.) 10 m. rimaste per la spalla.

Davanti sinistro: lav. in modo simmetrico e, nel margine d’apertura lav. 3 (3) 4 occhielli (= intrecc. 2 m. e riaw. le m. nel f. seg.). Lav. il 1° occhiello a 12 cm (13 cm) 11 cm di alt. tot. e gli altri a 7 cm (8 cm) 7 cm di distanza l’uno dall’altro.

Maniche: avv. 56m. (60m) 60 m. con i f. n. 4,5 e lav. a p. coste 2/2 iniziando e terminando con 1 m. rov. A 5 cm di alt.tot. lav. 1 f. a rov. sul dir. del lav., poi pros. nuovamente a p. coste 2/2 e aum. ai lati 5 volte 1 m. ogni 6 f., 4 volte 1 m. ogni 4 f. (7 volte 1 m. ogni 6 f. 8 volte 1 m. ogni 4 f. = 74 m. (80 m.) 86 m. A 22 cm (25cm) 28 cm di alt. tot., per l’arrotondamento intrecc. ai lati ogni 2 f. 1 volta 4 m., 1 volta 3 m., 1 volta 2 m., 2 volte 3 m. (1 volta 4 m., 1 volta 3 m., 2 volte 2 m., 1 volta 3 m., 1 volta 4 m.) 1 volta 4 m., 1 volta 3 m., 2 volte 2 m., 2 volte 3 m., 1 volta 4 m. A 25 cm (29 cm) 33 cm di alt. tot. intrecc. le 44 m. rimaste.

Confezione e rifiniture: chiudere le spalle. Per il collo ripr. con i f. n. 4,5 104 m. (104 m.) 108 m. dallo scol­lo e lav. a p. coste 2/2 iniziando sul dir. del lav. con 1 m. a le­gaccio, 2 m. dir. Nel 6° f lav. a sinistra 1 occhiello (= intrecc. 2 m. e riaw. le m. nel f. seg.) all’interno di 5 m. dal margine. A 13 cm di alt. tot. intrecc. le m. Chiudere i fianchi e i sotto­manica. Montare le maniche. Attaccare i bottoni.

www.florencecashmereyarn.com



Tagged with
Comment

Prima di cominciare a lavorare a maglia

Prima di iniziare un lavoro a maglia è necessario preparare la lana e realizzare dei campioni di prova.

Raccogliete la lana in matasse, usando l’arcolaio. Se ne sei sprovvista, aiutati con due sedie, accostando gli schienali.

Lega la matassa in due o più punti con alcuni pezzetti di lana e mettila a bagno in acqua fredda, aggiungendo pochissimo detersivo per capi delicati. Sciacqua molto bene. Avvolgila in un asciugamano di spugna per eliminare l’acqua in eccesso. Mettila poi ad asciugare lontano da fonti di calore. Se la matassa è legata in vari punti, anzichè lavarla a mano, inseriscila in una federa e mettila in lavatrice (questo non vale per il cashmere). Seleziona un ciclo delicato e usa un detersivo idoneo. NON CENTRIFUGARE!

Quando la lana sarà completamente asciutta, rimettila sull’arcolaio o sugli schienali delle sedie e forma dei gomitoli. Avvolgi il filo delicatamente, senza tirare troppo, altrimenti perderà elasticità.

Prima di partire definitivamente con il lavoro, esegui delle prove con ferri di misura diversa. infatti non sempre un filato sottile richiede un numero piccolo di ferri; talvolta impiegando ferri più grandi si ottiene un effetto più morbido. Sulla fascetta dei filati è sempre consigliata una misura di ferri, ma solo lavorandoli è possibile capire quale tipo è più adatto.

Prepara un modello in carta. Man mano che procedi, confrontalo con il lavoro che stai eseguendo.

Procurati una borsa porta-lavoro oppure un cestino attrezzato con numerose tasche, dove riporre aghi, uncinetti, fili, forbici …

per evitare che la lana si sporchi o si ingarbugli, esistono in commercio anche dei contenitori di plastica, dotati di un foro nella parte alta, da cui fuoriesce il filo.

Annota su un blocchetto le fasi della lavorazione: numero di maglie avviate, aumenti, diminuzioni …

Alla prossima puntata …

Un Saluto

Federico Scatizzi

www.hircusfilati.com



Tagged with
Comment

LEZIONE di maglia

Consigli generali

Campione:

prima di iniziare il lavoro è indispensabile fare un campione. Lavorare un quadrato della misura di almeno cm 12×12, nel punto di base indicato nelle istruzioni del modello che si vuole realizzare. Su un quadrato di cartone ritagliare una finestra di cm 10×10. Appoggiando il cartone sul campione, si possono contare facilmente le maglie e i ferri. Se il campione risulterà più piccolo di quello indicato nella spiegazione si dovranno usare dei ferri più grossi, nel caso contrario dei ferri più sottili.

Il numero di ferri corretto:

Il numero di ferri indicano sulla fascetta della lana è solamente indicativo. Che lavora molto lento dovrebbe usare ferri più sottili, chi al contrario, lavora stretto ferri più grossi. Quando si lavora troppo lento il filato può dividersi all’interno delle maglie e questo favorisce la formazione di pelucchi.

Abbreviazioni:

aum. =aumentare gett. =gettata r. =riga

avv. =avviare incr. =incrociare rapp. =rapporto

aus. =ausiliare ins. =insieme rip. =ripetere

cat. =catenella intrecc. =intrecciare ripr. =riprendere

col. =colore lav. =lavorare ritor. =ritorto

dir. =diritto m. =maglia rov. =rovescio

dim. =diminuire n. =numero seg. =seguente

f. =ferro p.alto =punto alto unc. =unicetto

g. =giro p.basso =punto basso viv. =vivagno

Rip. da * a * o da ** a ** significa ripetere un determinato gruppo di maglie (=rapp.) fino a raggiungere la larghezza desiderata.

Punti base – avvio delle maglie

Portare il ferro sotto l’incrocio del filo e infilarlo nell’asola dell’alto

  1. Girare il ferro sul pollice nella direzione indicata della freccia.
  2. Prendere il filo dall’indice e portare il ferro verso l’asola.
  3. Procedendo dal basso, puntare nell’asola portare il ferro sopra il filo dietro verso il basso…
  4. …poi muovere la punta del ferro in avanti.
  5. A questo punto lasciar cadere l’asola.
  6. Con il pollice prendere il filo corto, allargare il pollice nella direzione della freccia a stringere la maglia.
  7. Portare in avanti il ferro della prima maglia, in modo da formare l’asola sol pollice. Proseguire dalla figura 1.
  8. stringere le maglie in modo uniforme. Con l’avvio si ottiene al 1° ferro di maglie.

Punto coste 1/1 :* 1 m. a m. rasata dir., 1 m. a m. rasata rov.*, rip. da * a *

Punto coste 2/2: * m. a m. rasata dir., 2 m. a m. rasata rov. * , rip da * a *

Maglia rasata diritta: ferri di andata: tutte le m. a dir.; ferri di ritorno: tutte le m. a rov.

Maglia rasata rovescia: ferri di andata: tutte le m. a rov.; ferri di ritorno tutte le m. a dir.

Legaccio: tutti i ferri a dir., in tondo alternare 1 g. a dir. e 1 g. a rov.

Punto grana di riso: * 1 m. dir., 1 m. rov.*, rip da * a * e invertire ad ogni ferro.

Punto grana di riso doppio: * 1. dir., 1 m. rov. * , rip. da * a * e invertire ogni 2 ferr.

Punto costa inglese: numero di m. dispari 1° e 2° ferro: a dir.

3° ferro: 1 m. dir., 1m. doppia (puntare il f. destro nella m. corrispondente del ferro precedente e lav. a dir. *, rip. da * a *, 1 m. dir.

4°f.: 1 m. doppia, 1 m. dir. *, rip. da * a *, 1 m. doppia.

Rip. sempre il 3° e il 4° f. e considerare che su 2 f. lavorati risulterà 1 f. solo.

Jacquard : lav. Seguendo lo schema e la legenda. Tenere i fili non in lavorazione sul rovescio del lavoro e incrociare i fili ad ogni cambio di colore.

Intarsio: lav. seguendo lo schema e la legenda. Usare per ogni zona di colore un gomitolo separato e incrociare i fili ad ogni cambio di colore per evitare la formazione di buchi.

Aumentare maglie diritte dal filo traversale.

  1. con il ferro sinistro prendere il filo trasversale verso la maglia seguente dal davanti destro verso la maglia seguente dal davanti destro verso il dietro sinistro…

… e lavorare a diritto ritorto, puntando dal dietro.

Aumentare maglie rovesce dal filo traversale.

  1. anche in questo caso portare il filo trasversale verso la maglia seguente sul ferro sinistro.
  2. Lavorare il filo traversale che si trova sul ferro sinistro, puntando da dietro cioè a rovescio ritorto.

Come lavorare gli occhielli.

occhiello orizzontale: intrecciare un numero di maglie corrispondente alla dimensione del bottone e, nel ferro successivo, riavviare le maglie intrecciate.

Occhiello verticale: dividere il lavoro e proseguire separatamente sulle due parti fino ad avere un’ occhiello in misura di bottone quindi lavorare di nuovo su tutte le maglie.

Avvio del tubolare.

Con un filo di colore contrastante da quello usato per la lavorazione avviare la metà delle maglie necessarie più una. Con la lana del lavoro procedere come segue: 1° ferro: 1 m. dir, * 1 gett., 1 m. dir* , ripetere da * a * per tutto il ferro; le maglie risulteranno raddoppiate. 2° ferro: passare senza lavorare le maglie che si presentano a rov., tenendo il filo sul davanti a lavorare le maglie che si presentano a rov. , tenendo il filo sul davanti e lavorare a dir. le maglie gettate. Ripetere sempre il secondo ferro. A lavoro ultimato sfilare il filo di colore contrastante.

Ricamo a punto maglia.

In orizzontale

1. Uscire con l’ago dal rovescio sul diritto del lavoro al centro di una maglia e portare il filo in alto, puntare sotto i due fili della maglia sovrastante, uscire sul diritto.

2. Portare il filo dall’alto verso il basso, puntare l’ago nel primo punto d’uscita, passare sotto i 2 fili a sinistra e uscire sul diritto.

3. Ripetere il punto 1.

4. Ripetere il punto 2. Ripetere sempre il punto 1 e 2.

in verticale – 1. Uscire con l’ago dal rovescio sul diritto dal lavoro al centro di una maglia a portare il filo in alto, puntare sotto i due fili della maglia sovrastante, uscire sul diritto.

2. Portare il filo dall’alto verso il basso, puntare l’ago nel primo punto d’ uscita, passare con l’ago nel primo punto d’uscita, passare con l’ago sotto il filo orizzontale della maglia appena ricamata e uscire sul diritto.

3. Ripetere punto 1.

4. Ripetere punto 2. Ripetere sempre il punto 1 e 2.

Punto materasso.

Con il punto materasso è possibile unire in modo invisibile due parti lavorate a maglia. Disporre le due parti una vicina all’altre con il diritto rivolto verso l’alto. Prendere sempre il filo traversale all’interno della maglia di vivagno, puntando dal davanti verso il dietro e dal basso verso l’alto, una volta quello della parte destra e una volta quello della parte sinistra. Dopo 2-3 passaggi tirare bene il filo.

Punto indietro

Sopraggitto

PUNTI BASE – uncinetto

Punto catenella: formare un anello con il filo. Introdurre l’uncinetto nell’ anello, agganciare il filo e tirarlo stringendo il nodo. Gettare il filo sull’uncinetto e passarlo attraverso l’asola, si forma cosi il primo punto catenella. Per ogni punto catenella successivo ripetere sempre quest’ ultimo movimento.

Mezzo punto basso: puntare nella maglia seguente, prendere il filo, estrarre un’ asola sull’uncinetto.

Punto basso: introdurre l’uncinetto nel punto di base, gettare il filo sull’uncinetto e farlo passare attraverso il punto di base, gettare di nuovo il filo sull’ uncinetto e farlo passare attraverso i 2 punti che si sono formati.

Mezzo punto alto: gettare il filo sull’uncinetto, introdurre l’uncinetto nel punto base, gettare ancora il filo sull’uncinetto ed estrarlo dal punto di base poi gettare di nuovo il filo sull’uncinetto e farlo passare attraverso i 3 punti formatisi.

Punto alto: gettare il filo sull’uncinetto , introdurre l’uncinetto nel punto di base ed estrarre 1 punto, gettare ancora il filo sull’uncinetto e farlo passare attraverso gli ultimi 2 punti che si trovano sull’uncinetto.

Punto alto doppio: mettere il filo 2 volte sull’uncinetto (2 gettate), puntare nella maglia ed estrarre un’ asola e passare attraverso la 1a gettata; sull’uncinetto si trovano adesso l’ asola e la 2° gettata, filo sull’uncinetto e passare attraverso l’ asola e attraverso la 2° gettata, filo sull’uncinetto. All’inizio di una riga o di un giro sostituire il 1° punto alto triplo con 4 catenelle, il punto alto quadruplo con 5 catenelle ecc.

Punto gambero: puntare l’uncinetto sotto la 1a maglia, dal davanti verso il dietro. Prendere il filo e farlo passare attraverso le 2 asole sull’uncinetto. Ripetere sempre questi due passi andando all’indietro, da sinistra verso destra.

Note: le misure dei bambini piccoli variano molto a seconda della costituzione fisica. Si raccomanda di confrontare attentamente le misure segnalate nei disegni ridotti di ogni modello ed il numero di punti indicati nella spiegazione relativa. Eseguire sempre il campione ed eventualmente adeguare le misure del modello con quelle del proprio bambino.

Un Saluto

Federico Scatizzi

www.florencecashmereyarn.com

www.filatiitaliani.com



Tagged with
View comments (4)

Dizionario del Lavoro a Maglia

Accavallare: lavorare 2 maglie, prendere con il ferro sinistro la prima maglia e passarla da destra a sinistra sopra la seconda, in modo che sul ferro destro resti solo questa maglia.

Accavallata doppia: passare una maglia sul ferro destro, lavorare due maglie a diritto, accavallare la maglia passata su quella ottenuta.

Aumento: una maglia aggiunta sul ferro nel corso della lavorazione.

Avviare: montare le maglie sul ferro di partenza.

Diminuzione: chiudere una o più maglie durante la lavorazione.

Diminuziona accavallata: passare una maglia sul ferro destro, lavorare una maglia a diritto, accavallare la maglia passata sulla maglia diritta.

Diminuzione doppia centrale: passare sul ferro destro due maglie insiema a diritto prendendole da sinistra a destra, lavorare a diritto la terza maglia, accavallare su questa le prime due.

Diminuzione semplice a destra: infilare il ferro da sinistra a destra in due o tre maglie e lavorarle a diritto.

Diminuzione semplice a sinistra: infilare il ferro da destra a sinistra in due o tre maglie e lavorarle a diritto.

far cadere una maglia: lasciar scivolare dal ferro una maglia, per ottenere un traforo.

Ferro: l’insieme delle maglie riunite su un solo ferro.

Ferro circolare: due piccoli ferri raccordati da un tubolare flessibile di plastica (viene utilizzato generalmente per lavorare in tondo).

Filo: sia la parte anteriore che quella posteriore di una maglia (filo anteriore e filo posteriore).

Gettato: gettare il filo sopra (gettato diritto) o intorno (gettato rovescio) al ferro destro.

In attesa o in sospeso: lasciare alcune maglie su un ferro ausiliario senza lavorarle, mentre si procede a lavorare le rimanenti.

Intrecciare: chiudere un certo numero di maglie alla fine o durante il lavoro.

intrecciare a costa: chiudere le maglie lavorando a diritto le maglie diritte e a rovescio le maglie rovesce.

Maglia: durante la lavorazione è l’asola ottenuta sul ferro mediante la torsione del filo.

Maglia d’inizio: la prima maglia di ogni ferro.

Maglia doppia: una maglia lavorata a diritto o rovescio presa entrando con il ferro nella maglia corrispondente del ferro precedente.

Maglia doppia o tubolare: lavorare la maglia con due ferri, in modo che risulti doppia.

Maglia passata a diritto: passare una maglia senza lavorarla dal ferro sinistro al ferro destro prendendola a diritto e tenendo il filo sul dietro del lavoro.

Maglia passata a rovescio: passare una maglia senza lavorarla dal ferro sinistro al destro, prendendola a rovescio e tenendo il filo sul davanti del lavoro.

Maglia ritorta diritta: una maglia lavorata a diritto presa dietro.

Un Saluto

Federico Scatizzi

www.florencecashmereyarn.com



Tagged with
Comment
Translate »