A settembre/ottobre proporremmo di nuovo alcuni filati pregiati tinti con il metodo della “Tintura Naturale”.

La tintura naturale è un metodo di tintura (molto antico, che risale al medioevo) realizzata con coloranti naturali, estratti da piante e animali.

Questo fa sì che i filati si mantengano naturali al 100%. Vengono utilizzati filati naturali, realizzati con la fibra raccolta direttamente dall’animale (come cashmere, yak, cammello, merinos, ecc.) che non hanno subito nessun tipo di trattamento chimico e vengono tinti utilizzando esclusivamente coloranti naturali, ottenendo un filato naturale al 100%.

Per poter scegliere quali colori presentare la prossima stagione abbiamo bisogno del tuo aiuto. Ti chiedo 5 minuti del tuo tempo per rispondere a poche domande. in realtà, più che rispondere si tratta di scegliere i colori che ti piacciono di più, quei colori che tu utilizzeresti per realizzare i tuoi capi e che vorresti vedere e trovare sul nostro sito web.

Il tuo aiuto ci è prezioso, ci serve per risparmiare tempo e farti risparmiare tempo. Infatti se troverai già i colori che più ti piacciono saremmo tutti avvantaggiati, sia tu che noi.

Abbiamo realizzato un piccolo sondaggio al quale puoi rispondere direttamente qui sotto:

Create your free online surveys with SurveyMonkey , the world’s leading questionnaire tool.

Nel sondaggio troverai le cartelle colori dei nostri filati tinti naturali dello scorso anno, e potrai scegliere i colori che più ti aggradano, ma potrai anche consigliarci altri colori che non sono inclusi nelle cartelle.

Ti ringrazio anticipatamente del tuo prezioso aiuto.

Un saluto
Federico Scatizzi
www.hircusfilati.com

Ti potrebbe piacere:

2 commenti

  1. Sarebbe meglio fornire un link esterno alla survey: ha foto molto grandi che nel frame non si visalizzano correttamente. La domanda alle lane merino è estremamente difficile da rispondere perché nella foto i colori non sono in ordine, chi come me ha un sia pur leggero disturbo della lettura ha estrema difficoltà a raccapezzarcisi. Infine, quasi tutti i colori mi paiono piuttosto smorti, poco eccitanti. Con qualche eccezione io prefeirei comunque filati tinti naturalmente con colori più brillanti e carichi. Questi mi paiono avere la classica “grana” polverosa dei tinti naturali in lotti troppo vasti o di quelli tenuti volutamente scarichi per dimostrare al pubblico meno accorto che sì, è proprio tintura naturale: non vedi come è smorta?

    1. Grazie dei suggerimenti Alice.
      Questo è il link diretto alla survey: http://www.surveymonkey.com/s/3PT8R2C
      Purtroppo non è facile ottenere colori brillanti su fibre come il cashmere e soprattutto yak, cammello e alpaca, a meno che si agisca, anche in piccola parte, chimicamente. Nella mia piccola esperienza con la tintura naturale, il mio pensiero invece è al contrario, “quei colori sono troppo brillanti, siamo sicuri che sia tintura completamente naturale?”
      La tintura naturale sui filati è piuttosto complessa, si riescono ad ottenere colori molto brillanti su fibre come la seta o il lino, ma come dicevo, sulle fibre come cashmere, yak, cammello, alpaca, merinos, ecc. sono difficili da ottenere senza “forzature”. In questo caso devo dire anche che le foto non rendono completamente tutti i colori, anche in questo caso ottenere foto brillanti che si possano visualizzare allo stesso modo su tutti i monitor utilizzati è un lavoro complesso e la perfezione è impossibile da ottenere, soprattutto su questi tipi di filati.
      Comunque quello che ci interessa principalmente sapere sono le tonalità ed i tipi di colore che piacciono ai nostri clienti, per poter cercare di soddisfare al meglio le richieste. Questo è un sondaggio che abbiamo ideato per avere una prima traccia più precisa possibile su quali colori preferiscono i nostri clienti per poi rimanere orientati in tal senso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

"\t\t\t\t"
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: