Acquistare Online

Acquistare Online

Quando si fa un acquisto su internet e si riceve un articolo che non piace.

Ci sono alcune persone che non dicono niente al venditore, alcuni danno anche un feedback negativo e non acquistano più da quel venditore.

A prescindere da fatto che esiste il “Diritto di Recesso” (leggi in fondo a questo articolo)

A mio parere questo è sbagliatissimo per due motivi, il primo perché l’acquirente potrebbe trovare un venditore onesto e questo gli cambia l’articolo o glielo prende indietro e glielo rimborsa, secondo perché potrebbe essere stato un semplice errore umano. Ognuno è libero di fare quello che vuole ma personalmente non sono d’accordo, ne come venditore ne come acquirente (compro molto online, faccio anche la spesa online molte volte).

Ogni venditore online ha le sue regole. Noi per esempio abbiamo le nostre regole anche in base al tipo di prodotto che vendiamo. Noi vendiamo online filati pregiati in stock da maglieria, per lavoro a maglia ai ferri o a macchina. Può capitare, anche se pur raramente che il filato sia difettoso, o che semplicemente non piaccia (generalmente se c’è qualche problema è questo) per qualsiasi motivo, è sufficiente che il cliente ci contatti e glielo riprendiamo indietro per un cambio o per un rimborso.

La nostra regola è: prima di tutto bisogna fare sempre un campione che serve appositamente per vedere la resa del filato e per vedere se il filato presenta qualche difetto, oppure può accadere, come dicevo che non piace il colore o non piace il filato.

Questo è quello che bisogna fare, sia come clienti sia come venditori, è la cosa più semplice, più logica e più giusta.

Ho voluto scrivere questo articolo perché l’altro giorno mi ha chiamato una signora, una cliente, dicendomi che se acquista qualcosa su internet e poi l’articolo acquistato non gli piace, non dice niente, semplicemente smette di acquistare da quel venditore. Non sono d’accordo su questo tipo di comportamento.

Una volta, mi è accaduto che una vecchia cliente mi chiamasse per dirmi che un filato che aveva acquistato da me era difettoso, lamentandosi che lo aveva lavorato comunque, che ci aveva impiegato due giorni per lavorarlo (la signora lavora a macchina), che molte volte ha dovuto disfare il telo e rifarlo perché gli veniva bucato. Quando gli ho chiesto se avesse fatto il campione mi ha risposto di si, e che si vedeva già dal campione che quel filato gli avrebbe dato problemi.

Se fossi stato scortese gli avrei rispoto: “ma allora se sei masochista dillo”. Ma nella mia cortesia di sempre, gli ho chiesto semplicemente perché non mi ha avvisato, glielo avrei cambiato senza esitare.

C’è addirittura chi invia un feedback negativo senza neanche contattare il venditore per cercare di risolvere il problema. Se c’è volontà i problemi si risolvono, naturalmente ci sono delle regole del buon vivere che vanno rispettate. Noi non possiamo cambiare un filato già lavorato, per questo obblighiamo i nostri clienti a fare sempre un campione prima di lavorare il filato definitivamente. Che poi è una regola di tutte le aziende, tutti i maglifici, tutti gli smacchinatori nel settore industriale. Nessun maglificio, nessun produttore di abbigliamento si sognerebbe mai di produrre un articolo senza fare prima un campione e se necessario un controcampione, per non solo questi motivi, ma anche per molti altri motivi che non sto qui adesso ad elencare, magari approfondirò in un prossimo articolo o video.

DIRITTO DI RECESSO: fonte wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Diritto_di_recesso

La Direttiva 85/577/CEE del Consiglio dell’Unione europea del 20 dicembre 1985 per la tutela del consumatore in caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali, ha introdotto il diritto di recesso entro un termine minimo di sette giorni, ed è stata recepita da più ordinamenti degli stati membri dell’Unione.

Per effetto della norma, ove applicabile, chi acquista un oggetto, sottoscrive un abbonamento o stipula contratti simili, ha 7 giorni di tempo per disdire senza penali il contratto che ha firmato. Per l’acquisto di un prodotto, il recesso consiste nella restituzione dell’oggetto, ottenendo a scelta del consumatore la quantità di denaro corrisposta oppure un buono di pari valore da spendere nello stesso esercizio.

Il diritto di recesso è focalizzato sugli acquisti effettuati fuori dal pubblico esercizio (quindi ad esempio a distanza o a domicilio, oppure in contesti in cui la vendita è effettuata a titolo accessorio o integrativo di altre attività, come nella nota vendita di stoviglie in occasione di viaggi organizzati). Non si applica perciò a tutti i beni acquistati direttamente in negozio, di cui l’acquirente ha presuntivamente avuto preventivamente visione e possibilità di prendere atto e cognizione di tutte le caratteristiche: il ripensamento non è riconosciuto come diritto, salvo accordi precedenti la conclusione del contratto presi direttamente con il venditore. In simili casi il diritto di recesso per vendita in negozio viene applicato solo ed esclusivamente a discrezione del venditore, non avendo questi alcun obbligo di legge in tal senso. Nei periodi di vendite a prezzi di saldo, non di rado non è nemmeno consentita la sostituzione della merce.

Poiché la legge prevale su eventuali pattuizioni fra le parti, contratti che prevedano una penale in caso di recesso prima dei 7 giorni oppure un termine inferiore per il recesso anticipato, sono nulli. La presenza di una clausola vessatoria e nulla rende nullo l’intero contratto: in questo caso, la controparte può esimersi dalle obbligazioni scritte nel contratto, anche dopo i 7 giorni per il recesso anticipato, non avendo il contratto di partenza alcuna validità giuridica.

Filati di Seconda Scelta

Filati di Seconda Scelta

Mi è capitato più volte che alcuni clienti mi contattassero per chiedermi se i filati sono di prima scelta, seconda, terza, quarta scelta, ecc.

Voglio sfatare un altro mito che mettono in giro persone che non sono addetti ai lavori nel settore della produzione dei filati pregiati.

NON ESISTE LA PRIMA, LA SECONDA E NESSUNA SCELTA NEI FILATI.

I filati possono essere:

  • filati regolari, acquistati direttamente dal produttore (Loro Piana, Biagioli Modesto, Cariaggi, Zegna Baruffa, Millefili, e tanti altri). Ma: i produttori vendono solo a chi ha partita IVA nel settore, minima quantità acquistabile una rocca (che è circa 1 kg) a prezzo regolare di mercato.
  • filati in stock, acquistati, come facciamo noi, da maglifici o alle aste (che provengono comunque da maglifici chiusi o purtroppo falliti). Il maglificio acquista il filato regolare direttamente dal produttore (vedi sopra) e, una volta fatta la produzione di maglieria o accessori per i propri clienti, accantona gli avanzi, le rimanenze. Qui arriviamo noi che acquistiamo a prezzi molto più bassi dei prezzi regolari, per questo possiamo rivendere a prezzi molto più bassi dei prezzi regolari.
  • filati in stock direttamente dai produttori. Può accadere che un produttore produce un filato che viene fuori lavorato ma con un piccolo difetto, talvolta anche insignificante. Il difetto potrebbe essere la finezza, che non è proprio precisa al grammo, il filato invece di essere per esempio titolo 2/28 viene titolo 2/29, oppure il filato potrebbe venire fuori barrato, con delle imperfezioni nel filo, per esempio delle fiammature (cioè irregolare nello spessore) oppure perchè viene inquinato durante la fabbricazione da impurità che potrebbero essere rimaste nelle macchine non ripulite bene. Ma questo accade molto raramente perchè prima di fare una produzione di filato vengono fatte molte prove e campionature e le filature stanno molto attente perchè gli errori e le imperfezioni si pagano care.
    Produttori come i grossi nomi che ho citato qui sopra, se il filato presenta anche il più piccolo difetto non può essere consegnato al cliente dal produttore, pena interruzione del contratto, perdita del cliente, penali, ecc. (queste sono alcune possibili cause). Ma questo non significa che il filato non sia buono, significa solo che non è perfetto per il tipo di lavorazione che deve fare il loro cliente, ma può andare bene per un maglificio che deve produrre un altro tipo di prodotto. E’ difficile da spiegare per me che ormai lavoro in questo settore da più di 35 anni, immagino da capire per una persona che non è un addetto ai lavori. La produzione di filati è molto complessa e presenta tante sfaccettature.
  • filati difettosi. I filati difettosi non vengono messi in commercio, vengono riutilizzati, riciclati per ricreare altri filati.

Quindi non c’è una prima ed una seconda scelta nei filati.

Può capitare che alcuni filati a stock siano più o meno datati (non sappiamo da quanto tempo il maglificio ha acquistato il filato), ed è possibile che i filati più “vecchi” siano più deboli alla lavorazione, dipende a volte anche da come sono stati conservati.

E’ possibile che alcune rocche presentino nodi dovuti alla roccatura o alla ritorcitura del filato, per esempio se il filo si rompe mentre viene roccato, se non si possiede lo splicer che salda il filo, viene fatto un nodo.

Per quanto ci riguarda, acquistiamo filati da maglifici ed aste gli ripassiamo sempre alla roccatrice per controllare che non abbiano troppi nodi (anche se alcune volte alcuni nodi purtroppo sfuggono ugualmente) e che siano resistenti.

Però alcuni difetti, se ci sono, si vedono solo durante la lavorazione, per esempio se il filato è leggermente più grosso non passa bene dagli aghi delle macchine e si creano dei buchi sui teli.
Ma noi abbiamo delle regole per le quali, se questo dovesse accadere, cambiamo il filato o lo riprendiamo indietro e lo rimborsiamo, è sufficiente sempre fare un campione prima di lavorare il filato, in questo modo si vede sempre se il filato presenta difetti (leggi attentamente i termini e condizioni, i nostri consigli e le FAQ sul nostro sito web prima di acquistare).

Spero di aver fatto un po’ di luce su questo argomento, anche se si potrebbe approfondire molto.

Federico Scatizzi

Hircus Filati

Lavori di Anna Moiseeva

Lavori di Anna Moiseeva

Anna Moiseeva ci ha gentilmente concesso il permesso di pubblidare le foto dei suoi lavori realizzati con i nostri filati, qui sul nostro blog.

Puoi seguire anna sul suo account Instagram #knittingandnature e acquistare i suoi lavori su Etsy cliccando qui.

Anna Moiseeva has kindly granted us permission to publish photos of her works made with our yarns here on our blog.

You can follow Anna on her Instagram account #knittingandnature and purchase her work on Etsy by clicking here.

Hircus Filati

www.florencecashmereyarn.com