E’ iniziato il 2019 quindi, soprattutto, voglio farTi gli auguri di Buon Anno: che sia pieno di interessanti spunti per la vita, grandi e piccole soddisfazioni, tanta positività che “Ti metta le ali” 🙂 e, ovviamente, tanta salute.

E’ ormai confermato che sferruzzare fa bene alla salute. Scopri “10 Buoni Motivi per Fare la Maglia” cliccando qui 🙂

E sferruzzare utilizzando il cashmere e filati pregiati 🙂 è ancora più salutare perché è la fibra naturale e morbidissima al tatto.

Imparare a fare la maglia non è difficile. Basta avere un po’ di pazienza, un paio di ferri e qualche gomitolo di lana. All’inizio ci sia accontenta di fare le maglie diritte e rovesce. Sono due punti principali con i quali si possono realizzare un’infinità di cose. Si possono creare diverse fantasie, si può “giocare” abbinando vari colori in tanti modi. E questo potrebbe essere soltanto un bell’inizio. Si sa, “l’appetito vien mangiando”.

Per fare motivi più complessi bisogna soprattutto imparare a leggere gli schemi, ma questo non basta. E’ necessario, anche, imparare a lavorare le maglie in modo un po’ particolare.

Bisogna sapere che cosa sono e come si realizzano, per esempio, punti incrociati, allungati, passati, traforati, ripresi ecc.

Voglio proprio dedicare i primi post di quest’anno a questi punti particolari e alle nozioni base.

La tipologia di punti che proporrò sarà sicuramente molto utile a chi vuole perfezionare le proprie capacità nella lavorazione con i ferri.

Per oggi solo un piccolo anticipo di quello che troverai in seguito:

Tutto quello che devi sapere sulle maglie diritte e rovesce.
Tutto quello che devi sapere sui punti allungati.
Tutto quello che devi sapere sui punti passati.
Tutto quello che devi sapere sui punti traforati.
Tutto quello che devi sapere sui punti incrociati.

Spero di averTi incuriosito 🙂 A presto 🙂

Alicja Kwartnik

per Hircus Filati

Comments

comments


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.